Napoli città di mare: l’identità marittima per la rigenerazione urbana

di Simona Stella

Venerdì 27 ottobre 2017 pomeriggio, presso la sede della Lega Navale Italiana sezione Napoli al porticciolo del Molosiglio, si è tenuto un pomeriggio di incontri, confronti e proposte per il waterfront e la valorizzazione del rapporto tra mare, porto, città e area metropolitana.

L’iniziativa è stata organizzata dai Friends of Molo San Vincenzo, con il gruppo di ricerca CNR IRISS. L’evento era nell’ambito del mese dedicato agli “Stati Generali del Mare 2017”, promosso come programma strategico dell’Amministrazione Comunale di Napoli per la valorizzazione la “Risorsa Mare” .

In particolare, l’iniziativa è stata curata da Massimo Clemente ed Eleonora Giovene di Girasole del CNR IRISS e ha visto la partecipazione di numerosi qualificati ospiti.

Hanno aperto il convegno Daniela Villani, Delegata al Mare del Comune di Napoli, il Contrammiraglio Pietro Pellegrino CSM Maricomlog e il Presidente Lega Navale Napoli Alfredo Vaglieco, con i saluti istituzionali e l’introduzione ai temi.

L’obiettivo comune è il recupero dell’identità marittima della comunità urbana di Napoli che, pur affacciando sul mare, non lo sente come parte integrante della città.

La proiezione del documentario “Mare Nostrum Napoli” di Rai Storia,  ha posto il tema del rapporto tra la città di Napoli e il mare, in particolare il porto, nel corso della storia. Nel documentario si sono ascoltate le riflessioni di diversi studiosi: Massimo Clemente, Michelangelo Russo, Paolo Frascani, Alida Clemente, Sergio Russo Ermolli, Amedeo Feniello, Pietro Baldi. Per Rai Storia erano presenti Giuseppe Giannotti e Eugenio Farioli Vecchioli.

Dalla storia al presente e futuro del mare di Napoli, raccontati da Pietro Spirito, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, e da Marco Molino, giornalista attento osservatore di quanto accade sul waterfront napoletano.

Il libro “Napoli Mare” di Carlo Desideri è stato presentato dal giornalista Paolo Bosso che ha illustrato il reportage fotografico e la tecnica stenopeica utilizzata dal fotografo.

A seguire, la cerimonia di gemellaggio tra i Friends of Molo San Vincenzo e il Museo del Tesoro di San Gennaro rappresentato dal Direttore Paolo Iorio, con lo scambio di un “Certificate of friendship and common committments”.

A chiudere, l’intervento di Umberto Masucci, Presidente Propeller Club Port of Naples, membro del Comitato di gestione dell’Autorità di Sistema Portuale e tra i fondatori dei Friends of Molo San Vincenzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...